Blog


Dicembre 11, 2023 AdminMedicina estetica0

effetto rimpolpante a Natale dal Dottor CurreriSiamo a dicembre e siamo tutti pronti a scrivere la letterina a Babbo Natale: “caro Babbo Natale, vorrei più filler e botox per tutti!”. O meglio, ognuno lo chieda per se’ perché c’è sempre un buon motivo per idratare e rimpolpare il viso! Il protagonista di dicembre è l’acido ialuronico per diversi motivi: mese di vacanza, quindi abbiamo più tempo per prenderci cura di noi stessi; dicembre è un mese freddo e la pelle ci ringrazierà se contribuiamo alla sua idratazione costante; infine iniziare il nuovo anno con un volto radiante è sicuramente uno dei buoni propositi di tutti noi! Cosa c’è di meglio, infatti, nel volersi guardare allo specchio e vedere un’immagine più fresca, con una pelle tonica e le rughe dell’età attenuate? Sono tanti i buoni motivi per sfruttare questo mese per prenderci cura della nostra pelle con filler e botulino! Come? Iniziamo con il prendere un appuntamento e rinfreschiamoci la memoria per quanto riguarda i benefici dell’acido ialuronico e quindi di questi trattamenti non invasivi e senza bisturi!

I BENEFICI DEL FILLER DI ACIDO IALURONICO E DELLA TOSSINA BOTULINICA 

Il botox, per le rughe di occhi e fronte; il filler con acido ialuronico, per viso, naso e labbra; questi sono i trattamenti ideali per ridurre i segni del tempo sulla pelle in modo non invasivo e senza bisturi. Il botox è il nome commerciale della tossina botulinica; si utilizza principalmente per trattare e prevenire le rughe profonde del viso. Il botulino riduce l’attività dei muscoli che creano le rughe procurandone il rilassamento. Andando a inibire il movimento dei muscoli responsabili della formazione delle rughe, il botox permette di appianare momentaneamente la fronte, il contorno di occhi, naso e labbra, rendendo la pelle liscia e distesa e regalando al volto un aspetto più rilassato. I filler, invece, grazie all’acido ialuronico, riempiono le rughe già esistenti, dove l’elasticità a causa del processo degenerativo delle cellule dell’epidermide viene a mancare, e stimolano la produzione di collagene, che rimpolpa la pelle. Mentre le infiltrazioni di botox hanno lo scopo di distendere la cute, quelle di acido ialuronico hanno un potere riempitivo e rimpolpante, finalizzato a colmare avvallamenti della pelle e a rimodularne i volumi. In linea di massima, però, il botulino è ideale per le cosiddette rughe di espressione. Si utilizza cioè per quelle intorno agli occhi (le famigerate zampe di gallina), per quelle glabellari (alla radice del naso, tra le sopracciglia), per le rughe frontali e quelle create dal sollevamento delle estremità del sopracciglio. Il filler acido ialuronico, invece, è da preferire nel trattamento delle rughe statiche del terzo medio e del terzo inferiore del viso. Parliamo, quindi, di appianare le rughe tra naso e labbra, o di lavorare sulla linea mandibolare qualora abbia un effetto “guancia cadente”. Entrambi i trattamenti si effettuano con infiltrazioni attraverso aghi sottilissimi. L’operazione dura tra i 15 e i 30 minuti.

Quali sono i benefici dell’acido ialuronico? A volte bisogna ripeterselo come un mantra e non basta mai: l’acido ialuronico è molto importante per il benessere della pelle. Mantiene la pelle giovane e dona un aspetto luminoso e rimpolpato prima di tutto per l’idratazione profonda che conferisce. L’acido ialuronico ha la capacità di trattenere e assorbire grandi quantità di acqua, contribuendo così a mantenere la pelle ben idratata. Questa caratteristica è fondamentale per mantenere l’elasticità e la morbidezza della pelle. Altra qualità importante è la capacità di ridurre le rughe e le linee sottili. Con l’invecchiamento, la produzione di acido ialuronico nel corpo diminuisce; ecco perché l’uso di prodotti contenenti acido ialuronico o trattamenti estetici come il filler, può contribuire a riempire le rughe e le linee sottili, rendendo la pelle più levigata e giovane. Inoltre, questa sostanza stimola la produzione di collagene, una proteina che conferisce alla pelle forza ed elasticità. Un aumento del collagene aiuta la pelle a rimanere più tonica e a resistere agli effetti dell’invecchiamento. 

Insomma, ora che abbiamo ripassato tutto, non ci sono più scuse!



Dicembre 4, 2023 AdminMedicina estetica0

basta Buccia d'arancia con la Vaser smooth Quante volte ci si guarda allo specchio e quello che si vede è solo tanta, troppa, molto evidente BUCCIA D’ARANCIA? Stiamo parlando delle gambe, proprio così. Il 95% delle donne soffre di questo fastidioso inestetismo difficile da rimuovere e fastidioso da guardare. Non riguarda solo fisici in sovrappeso, ma anche donne magre e longilinee. La pelle a buccia d’arancia può essere una conseguenza di un cattivo stile di vita, dal grasso in eccesso, da ritenzione idrica o causata da problematiche metaboliche e genetiche ma soprattutto ad una problematica meccanica. Come si nota ed in cosa consiste quindi? Si tratta di una condizione caratterizzata dalla comparsa di piccoli rilievi sulla superficie della pelle, simili alla buccia dell’agrume ( da qui il nome buccia d’arancia”). Ecco cosa accade praticamente: quando i liquidi in eccesso si accumulano nei tessuti sottocutanei, possono esercitare una pressione sui tessuti circostanti, in particolare sulle fibre di collagene e sui tessuti adiposi sottostanti. Questa pressione può causare la deformazione delle fibre di collagene e la compressione dei tessuti adiposi, causando l’aspetto irregolare della pelle a buccia d’arancia. Inoltre, la ritenzione idrica può anche influire sul flusso sanguigno e sulla circolazione linfatica stessa, impedendo la rimozione dei liquidi e delle tossine dai tessuti sottocutanei. Ciò può causare un’ulteriore compressione e infiammazione dei tessuti portando alla formazione della cellulite vera e propria.

Anche se non è considerata una patologia vera e propria, può essere motivo di grande frustrazione per chi ne soffre nonostante sia una condizione così diffusa e condivisa. Quel che è certo è che quando la si nota, si cerca il modo migliore e più rapido possibile per eliminarla del tutto. Come? La Vaser Smooth può essere una soluzione rapida ed efficace contro questo inestetismo fastidioso ed antiestetico. La Vaser Smooth contro la cellulite è una procedura che viene effettuata in anestesia locale o generale con sedazione (qui puoi leggere tutti i dettagli sulla Vaser Smooth) E’ un intervento chirurgico che agisce attraverso il manipolo Smooth, il quale andrà ad atrofizzare in maniera selettiva i legamenti che causano la cellulite. Quando e se necessario, in alcuni casi verrà effettuata anche una Vaserlipo 4D tramite il manipolo PowerX. La cellulite viene curata ed eliminata del tutto! Perché è così innovativo ed efficace il trattamento Vaser Smooth? 

I BENEFICI DELLA VASER SMOOTH CONTRO LA CELLULITE: PROVARE PER CREDERE!

Questo sistema offre una precisione elevata nel mirare specificamente le aree colpite dalla cellulite, consentendo una maggiore personalizzazione del trattamento in base alle necessità e ai casi. La procedura contribuisce a stimolare la produzione di collagene, un elemento chiave per mantenere l’elasticità e la giovinezza della pelle. I risultati sono visibili fin da subito ma si osserverà un continuo miglioramento nel tempo, con la pelle che si rafforza progressivamente. Essendo un procedimento poco invasivo, anche i tempi di recupero sono in genere brevi, permettendo ai pazienti di riprendere le loro attività quotidiane in poco tempo. Dunque ricapitolando, è un intervento chirurgico poco invasivo ma molto funzionale;  preciso e personalizzabile in base alle esigenze; stimola la produzione di collagene e può essere applicato a varie parti del corpo, tra cui: cosce, glutei e addome, adattandosi alle esigenze specifiche di ciascun paziente. Insomma, sembra essere la soluzione che tutti aspettavamo! La cellulite può essere davvero una fonte di preoccupazione per molte persone, influenzando la loro serenità e soprattutto la percezione del loro corpo. Con l’avvento di tecnologie come la Vaser Smooth, si aprono nuove possibilità per affrontare questo problema in modo mirato, con risultati significativi e sorprendenti; provare per credere!

Come sempre, affidarsi a professionisti è la cosa migliore, specie quando i rimedi casalinghi, o la costante attività fisica, o la dieta equilibrata, non ci aiutano a raggiungere i risultati sperati! La chirurgia plastica ed estetica, è il supporto necessario e, molto spesso, la soluzione più veloce e soddisfacente, che risponde ad esigenze personalizzate e esaudisce i desideri più difficili da raggiungere. Ecco perché questo, come altri interventi chirurgici di chirurgia plastica ed estetica, vengono considerati degli alleati preziosi da affiancare al corretto stile di vita e ad una costante attività fisica

La lotta contro la cellulite è una lotta anche per il proprio benessere personale; come spesso accade nella chirurgia plastica ed estetica, apportare un significativo cambiamento chirurgico, migliora la qualità della vita in generale, oltre a rafforzare la fiducia in se stessi e l’autostima.



Blefaroplastica Dottor Curreri a Catania, affidati al miglioreVorresti sottoporti ad una blefaroplastica ma non sai da dove partire? Sei nella pagina giusta. Iniziamo col dire che la blefaroplastica, o chirurgia delle palpebre, è un intervento chirurgico sempre più popolare per il ringiovanimento della zona degli occhi. Questa procedura mira a ridurre borse sotto gli occhi e l’eccesso di pelle sulle palpebre superiori. Ecco 4 consigli utili per affrontare una blefaroplastica:

  1. Affidati al chirurgo 

La prima e più importante raccomandazione per chiunque desideri sottoporsi a una blefaroplastica è affidarsi al chirurgo plastico. La scelta del chirurgo giusto è fondamentale per ottenere risultati soddisfacenti e minimizzare i rischi. E’ utile instaurare fin da subito un rapporto di fiducia comunicando, senza paura, obiettivi ed aspettative. Un bravo chirurgo guida il paziente in tutto il percorso rispondendo a domande e sviluppando un piano di trattamento personalizzato.

  1. Comprendi il processo e le varie opzioni

È essenziale comprendere il processo della blefaroplastica e le opzioni disponibili. Ci sono due tipi principali di blefaroplastica:

  • Blefaroplastica superiore: Questa procedura si concentra sulla correzione dell’eccesso di pelle sulle palpebre superiori, spesso associato all’invecchiamento.
  • Blefaroplastica inferiore: Questa procedura è rivolta alle borse sotto gli occhi e alla pelle in eccesso nella zona inferiore delle palpebre.

Il chirurgo guida il paziente a determinare quale tipo di blefaroplastica è più adatto alle sue esigenze. In alcuni casi, potrebbe essere necessario eseguire entrambi i tipi di intervento per ottenere i risultati desiderati (blefaroplastica completa).

  1. Prepara il tuo recupero

Il post intervento è sempre molto importante e nessun dettaglio va trascurato per raggiungere il risultato migliore. Dopo l’intervento, è fondamentale pianificare un periodo di recupero adeguato per affrontare un leggero gonfiore, ecchimosi e qualche normale disagio nei giorni successivi all’intervento. Seguire le indicazioni del chirurgo alla lettera, è ovviamente l’unica cosa da fare: riposo sufficiente, limitazioni sull’attività fisica e assunzione di farmaci prescritti per il dolore o l’infiammazione, sono solo alcune di queste. 

  1. Aspettarsi risultati graduali

I risultati della blefaroplastica non saranno immediatamente visibili. La guarigione completa richiederà del tempo, e il gonfiore diminuirà gradualmente. Potrebbero essere necessari alcune settimane o anche alcuni mesi per vedere i risultati definitivi. Tuttavia, la pazienza sarà premiata con un aspetto più giovane e fresco che durerà nel tempo.

IL CONSIGLIO DEL DOTTORE

Il Dottore consiglia di…non indugiare troppo, ma di incontrare il chirurgo in un primo colloquio per comprendere al meglio tutti i dettagli dell’intervento chirurgico!



Chirurgia plastica ed estetica dal Dottor Curreri Oggi una donna su due ricorre alla chirurgia plastica ed estetica. Negli ultimi anni, l’Italia è diventata il sesto paese per gli interventi di chirurgia plastica ed estetica e la maggior parte dei pazienti è donna. Questi dati fanno intuire che il benessere fisico è sempre più connesso a quello mentale e viceversa. Le persone che hanno subito interventi chirurgici legati alla chirurgia plastica, infatti, affermano di essere più sicuri di se’ e più a loro agio in pubblico. Quali sono le motivazioni che spingono una persona ad avvicinarsi alla chirurgia plastica? Come vedremo in questo articolo, non si tratta solo di “modificare il proprio corpo”, ma la sfera della chirurgia plastica ed estetica abbraccia molti altri aspetti interessanti ed importanti da considerare.

MIGLIORARE IL BENESSERE PERSONALE CORREGGENDO I DIFETTI ESTETICI

Quando c’è qualcosa che non ci piace del nostro corpo si tende a nasconderlo, camuffarlo in qualche modo, o nella peggiore delle ipotesi ad evitare il più possibile di renderlo visibile agli altri. Ogni volta però, che ci impegniamo per fare questo, chi ci rimette siamo sempre noi, il nostro umore ed il nostro benessere personale. Specchiarsi diventa sempre più difficile e scegliere cosa indossare non è più così divertente. Percepire vergogna ed imbarazzo a causa di una parte del proprio corpo può diventare un problema in più sfere della quotidianità ed incidere molto sulla qualità della vita che si conduce. Studi scientifici dimostrano che sentirsi bene con il proprio corpo migliora la qualità generale della vita di un individuo e, di conseguenza, fa di lui un essere umano meno stressato e più vicino al successo. Il successo in questione può essere legato ad una vita sentimentale soddisfacente, ad una carriera dignitosa ed appagante, o al raggiungimento di determinati obiettivi, diversi per ciascuno.

Modificare una parte del proprio corpo può suscitare tutto questo? Sicuramente può contribuire al benessere personale. Decidere di ricorrere alla chirurgia plastica è una scelta dettata da più fattori, per questo non si può parlare di “motivazioni generali” uguali per tutti. Quello che però si può affermare è che la scelta di modificare il proprio naso con una rinoplastica , di aumentare il seno con la mastoplastica, di rendere il proprio corpo più armonico o di eliminare un difetto visibile, è sempre una scelta ponderata e che parte da un malessere trascurato e profondo. Molto spesso non si tratta solamente di “cambiare taglia di reggiseno”, o di “rendere più carino il naso” o altro; più frequentemente i pazienti non si riconoscono in quella determinata parte del loro corpo e cercano aiuto per renderla il più possibile vicina a quell’idea che hanno di se stessi. E’ un lavoro che richiede pazienza ed impegno da entrambe le parti: paziente e chirurgo. Il chirurgo non è solamente colui che realizzerà il risultato finale, ma sarà quello che aiuterà la persona a comunicare il proprio disagio e quindi a manifestare la sua insicurezza. Il paziente si affida al chirurgo, trova il modo di comunicare con lui ed insieme intraprendono un percorso di trasformazione che non si esaurisce dopo l’intervento ma continua, molto spesso, per tutta la vita. 

E’ anche importante accennare ad un altro tipo di “insicurezza” che molto spesso alcune persone presentano nel momento in cui si avvicinano alla chirurgia plastica: “sembrerà innaturale?”. Su questo punto, è necessario specificare che molto dipende anche dalla scelta del chirurgo professionista. Un bravo chirurgo non si riferirà mai a prototipi generali o ad immagini di altri, ma realizzerà un risultato “disegnato” ad hoc per il corpo di quel determinato individuo. Ogni risultato è personalizzato e varia da persona a persona. Un seno sarà naturale se vengono rispettate le dimensioni dell’intero corpo, così come un naso sarà adeguato al volto se in armonia con i lineamenti, un labbro sarà considerato naturale se sarà rispettata la forma ecc.. 

IL CONSIGLIO DEL DOTTORE

Il Dottore consiglia di… sottoporsi ad un intervento di chirurgia plastica solo se si è davvero convinti e di sostenere un dialogo diretto e profondo con il chirurgo plastico fin dal primo colloquio!



Novembre 10, 2023 AdminMedicina esteticaNews0

Laser Carbon Peel a Catania dal Dottor CurreriI progressi delle procedure estetiche sono ormai tanti. Una delle cose più importanti e richieste sono sempre trattamenti meno invasivi che aiutino ad ottenere risultati veloci e visibili. Parlando di pelle e di luminosità, una delle novità è il “Laser Carbon Peel,” noto anche come Q-switched laser o Laser Peel. Questa procedura innovativa è ormai uno dei trattamenti più richiesti, visti i suoi benefici sulla pelle. Di cosa parliamo e perché provare il laser Carbon Peel? I benefici sono molti. Oltre ad avere un effetto anti-age importante sulla pelle, apporta un miglioramento generale della texture della pelle. Il trattamento Carbon Peel stimola la produzione di collagene ed è molto efficace su pelli a tendenza acneica o con pori dilatati. Pulizia dei pori, dunque e addio cellule morte per una pelle luminosa e sana. Come agisce il carbone e perché è così efficace?

IL CARBONE COME SOLUZIONE A L’IPERPIGMENTAZIONE 

La pelle può essere spesso un tasto dolente: a giorni sembra perfetta, altri spenta e grigia, altri ancora presenta imperfezioni visibili che rendono inutile l’utilizzo di qualunque crema o cura. Anche se facciamo di tutto per trattarla bene, la pelle assorbe e subisce ogni cosa: aria, inquinamento, temperature, umore personale e fasi ormonali. Ecco perché, molto spesso, trattamenti superficiali non sono sufficienti a renderla luminosa e splendente. Ma, grazie alle procedure estetiche mirate come il trattamento Laser Carbon Peel, è più facile ripristinare un aspetto appagante e sano.

L’eccessiva pigmentazione può portare la pelle ad essere irregolare e visibilmente imperfetta. Il Carbon Peel Laser riduce la pigmentazione irregolare e le macchie, rendendo la pelle più uniforme ed equilibrata. Il trattamento laser mira alle cellule pigmentate riducendo la comparsa di macchie scure e discromie. Eliminare le macchie con il Carbon Peel? Esatto. Come tutti i trattamenti laser, l’effetto potrà essere visibile solo dopo diverse sedute. Quante sedute sono necessarie?

Questa una delle domande più frequenti! La quantità di sedute necessarie è variabile e dipende da diversi fattori: esigenze individuali, tipo di problematica, tipo di pelle. In linea generale è consigliato un ciclo di 4-6 trattamenti iniziali, seguiti da sedute di mantenimento occasionali per mantenere i risultati. I benefici del carbone liquido, dunque, sono molti: agisce con un’ esfoliazione delicata e profonda, assorbe l’eccesso di sebo riducendo la produzione di acne, pulisce i pori e dona un effetto rinfrescante alla pelle che appare visibilmente più luminosa. 

IL CONSIGLIO DEL DOTTORE

Il Dottore consiglia di….  inserire il trattamento laser carbon peel nella propria routine di bellezza, visti i suoi effetti benefici sulla prevenzione dell’invecchiamento cutaneo!



Lifting Braccia a Catania dal dottor curreri il miglior chirurgoCorregge l’aspetto flaccido e cadente delle braccia, eliminando quel fastidioso aspetto definito “ad ali di pipistrello“, si sa, è una delle cose più difficili da fare con l’esercizio fisico. I risultati tardano ad arrivare e, soprattutto d’estate, addio benessere quando è il caso di indossare magliette a maniche corte o addirittura canotte. La sensazione di disagio è così forte che spesso alcuni sono costretti a cambiare il guardaroba, eliminando quei capi che espongono le braccia più del necessario. Perché avere questa sensazione di disagio ed imbarazzo se si può ricorrere al lifting alle braccia? Ecco di cosa parliamo: il lifting braccia è l’intervento chirurgico che riduce o elimina l’eccesso di pelle nella zona delle braccia, dovuto ad un calo ponderale o più semplicemente all’età. Il lifting alle braccia è l’intervento chirurgico da fare in autunno per sentirsi a proprio agio d’estate! Questo intervento consente di ottenere una maggiore tonicità di tutto il braccio, così da ripristinare una forma armoniosa ed in linea con il resto del corpo. L’obiettivo fondamentale del lifting delle braccia è ottenere un miglioramento del tono cutaneo e ridurre la circonferenza e il volume del braccioSpesso, ricorrono a questo intervento chirurgico quelle persone che non riescono ad eliminare la pelle flaccida in questa zona del corpo né con trattamenti né con esercizio fisico costante. L’invecchiamento cutaneo è una delle cause di questo inestetismo; ecco perché spesso i pazienti che sentono il bisogno di eseguire un lifting alle braccia sono over 45. 

BENVENUTO NOVEMBRE: IL MESE PERFETTO PER IL LIFTING ALLE BRACCIA 

Pronti per l’estate ? No, non siamo fuori stagione. Novembre è il mese perfetto per eseguire gli interventi chirurgici che ci consentono di essere pronti per la prossima estate! Il lifting alle braccia è uno di questi. Se vuoi sentirti tranquillo/a nei mesi estivi, datti da fare ora! Come mai è bene eseguirlo in questo periodo dell’anno? A meno che non ci sia da risolvere un problema piuttosto grave che abbia ripercussioni sulla salute, non tutti i periodi dell’anno sono consigliati per sottoporsi ad un intervento di chirurgia estetica. 

Il periodo migliore per sottoporsi ad un intervento di lifting alle braccia è l’autunno o l’inverno. Soprattutto l’autunno è la stagione più consigliata dai chirurghi poiché il clima non è particolarmente freddo né caldo, il che aiuta a contrastare i gonfiori e non rende fastidiose eventuali guaine da indossare nel post-operatorio. In autunno ci si può coprire con più facilità con gli indumenti, così da nascondere eventuali medicazioni. Inoltre, il clima più fresco permette una veloce ripresa e un repentino ripristino della normale circolazione sanguigna.

Altro aspetto da considerare è l’esposizione al sole: non c’è pericolo che il paziente si esponga a raggi solari invadenti quando non è consigliato farlo. Questo periodo dell’anno è infatti indicato per diversi interventi chirurgici tra cui citiamo : la mastoplastica additiva, la blefaroplastica e l’addominoplastica. Insomma, mettetevi comodi, divano e copertina per un post operatorio tranquillo e sicuro!

IL CONSIGLIO DEL DOTTORE

Il Dottore consiglia di… prendersi almeno una settimana per riposare e stare in casa!



Trattamenti post parto dal Dottor CurreriSi sa, recuperare la forma fisica dopo il parto potrebbe essere una delle cose più difficili, soprattutto in alcuni periodi della vita. Con i giusti trattamenti estetici post-parto però, è possibile tornare in modo immediato ad una forma fisica che soddisfi le aspettative e che possa riportare autostima e fiducia in se stessi. Per molte donne, la gravidanza è un momento molto atteso, ma anche molto temuto per gli inevitabili inestetismi che spesso questa comporta. I trattamenti di chirurgia estetica post-parto, però, possono far ritrovare ill sorriso anche a quelle mamme che più hanno sofferto a causa di smagliature, addomi rilassati e comparsa di cellulite. Come in ogni circostanza, dieta equilibrata e attività fisica possono sicuramente aiutare a rientrare nel proprio peso forma; ma quando non sono sufficienti, si può ricorrere alle chirurgia estetica! Chiedere aiuto alla chirurgia a volte può essere l’unica arma contro gli inestetismi da gravidanza.

LA CHIRURGIA ESTETICA PER IL POST- PARTO

Alcuni tra questi trattamenti che andremo a citare, potrebbero risultare preziosi per affrontare il tuo post-parto! L’insieme degli interventi chirurgici per le mamme, quindi dei trattamenti post-parto, viene chiamato Mommy Makeover.

Addominoplastica – questo intervento chirurgico è ideale per trattare un forte rilassamento cutaneo. Dopo il parto potrebbe crearsi un gonfiore nella parte addominale e spesso questo è accompagnato dalla comparsa di smagliature. Durante l’intervento chirurgico di addominoplastica verrà rimosso l’eccesso di cute e di grasso, ripristinando il profilo addominale. Inoltre, verrà ripristinata la parete muscolare, mediante “plicatura” dei muscoli retti dell’addome. Alla fine dell’intervento rimarrà un’unica cicatrice, quella del taglio all’altezza del pube. Questo intervento chirurgico può essere eseguito a distanza di qualche mese dal parto. La diastasi addominale invece è indicata per il riavvicinamento dei muscoli retti addominali, scollati dal ‘pancione’ attraverso una legatura chirurgica, anche con l’uso di reti sintetiche interne, che li riposiziona nella posizione originale. L’incisione parte dall’area prossima al pube. Nonostante nel post intervento si possa camminare fin dal giorno successivo, si potrà tornare alle normali attività quotidiane solo dopo circa una ventina di giorni.

Liposuzione – La liposuzione è un intervento chirurgico indicato nel post-parto, per eliminare l’eccesso di tessuto adiposo localizzato su pancia, fianchi, cosce e glutei. Durante questo intervento il grasso in eccesso verrà aspirato mediante microcannule. Il tipo di anestesia dipende dall’ampiezza delle zone da trattare e dalla tecnica utilizzata. Il post intervento è di solito privo di complicazioni e la ripresa veloce. E’ infatti possibile tornare al lavoro dopo soli pochi giorni. Lividi, gonfiore e dolori scompaiono del tutto nel giro di circa 3 settimane.

Mastopessi – Con l’allattamento, con l’aumento e la diminuzione costante del seno durante la gravidanza, il seno spesso può risultare svuotato o cadente. Il sollevamento del seno può aiutare a restituire alle donne il seno tonico che avevano prima della gravidanza. Abbinata alla mastopessi, si può eseguire la mastoplastica additiva, quindi un aumento del seno.

IL CONSIGLIO DEL DOTTORE
Il dottore consiglia….Prima di sottoporsi a l’intervento chirurgico scelto, è bene riprendere l’attività fisica con regolarità dopo il parto. Solo dopo aver ricominciato la propria routine, valutare se sia o meno opportuno operarsi!



Ottobre 20, 2023 AdminChirurgia plastica0

Addominoplastica Dal Dottor Curreri a CataniaL’ addominoplastica è una procedura chirurgica che mira a rimuovere l’eccesso di pelle e grasso dall’addome, rendendo questa zona più tonica e snella. E’ una procedura chirurgica che può avere benefici significativi per coloro che desiderano migliorare l’aspetto e la forma dell’addome. Attenzione però, non è una scorciatoia per ottenere un fisico snello e perder peso!! In queste righe capiremo perché, esplorando nel dettaglio che cos’è l’ addominoplastica, come funziona e chi può beneficiarne.

COS’È L’ ADDOMINOPLASTICA?

L’ addominoplastica è un intervento chirurgico di chirurgia plastica progettato per migliorare l’aspetto dell’addome. Questa procedura può essere suddivisa in due componenti principali:

Rimozione di pelle e grasso in eccesso: durante l’addominoplastica, il chirurgo plastico esegue un’incisione nella parte inferiore dell’addome. Attraverso questa incisione, viene rimossa l’eccessiva pelle e tessuto adiposo. Questo è particolarmente utile per coloro che hanno perso una quantità significativa di peso o hanno avuto una gravidanza.

Ripristino dei muscoli addominali: In alcuni casi, soprattutto dopo la gravidanza, i muscoli addominali potrebbero risultare allentati o separati. Durante l’ addominoplastica, il chirurgo può suturare questi muscoli per ripristinare la loro forza e tonicità.

CHI NE BENEFICIA?

L’ addominoplastica può essere una scelta appropriata per diverse categorie di persone:

Dopo la gravidanza: Molte donne considerano l’ addominoplastica dopo la gravidanza per rimuovere l’eccesso di pelle e rafforzare i muscoli addominali.

A seguito di una perdita significativa di peso: coloro che hanno subito una significativa perdita di peso possono sviluppare un eccesso di pelle nell’addome, che può essere ridotto con questa procedura.

Persone con eccesso di pelle e grasso: chiunque abbia una quantità considerevole di pelle e grasso nell’addome, che non può essere eliminato con dieta ed esercizio fisico, può considerare l’addominoplastica. L’addominoplastica non è una soluzione per la perdita di peso significativa, ma piuttosto per rimodellare l’addome. Non può infatti essere considerata un’opzione valida per perdere chili in eccesso.

In conclusione l’addominoplastica può essere un valido aiuto per eliminare un eccesso di grasso. Si ricorre a questo tipo di intervento chirurgico per aiutare un fisico che non riesce ad eliminare l’accumulo di grasso attraverso esercizio fisico e dieta.

IL CONSIGLIO DEL DOTTORE
Il Dottore consiglia… A seguito di un’addominoplastica è bene seguire uno stile di vita sano: alimentazione e movimento per mantenere il risultato ottenuto!



Ottobre 12, 2023 AdminMedicina estetica0

Biorivitalizzazione dal Dottor CurreriLa prevenzione e il mantenimento sono due fattori importanti e decisivi per il  benessere della pelle. Spesso si parla di segni del tempo e di trattamenti  ideali ad attenuarli, ma poco si parla del mantenimento di tali trattamenti nel  tempo, e della prevenzione che si può adottare affinché il viso, primo fra tutti, possa giovarne. La biorivitalizzazione è una valida opzione da adottare come  prevenzione e mantenimento. Si tratta di un trattamento iniettivo che serve a rimpolpare viso, collo, décolleté. L’obiettivo è quello di contrastare il normale invecchiamento della pelle ed i suoi principali effetti collaterali sui tessuti. Come noto, infatti, per via del naturale invecchiamento biologico la pelle tende a ritardare i suoi processi di costante rinnovamento, perdendo di elasticità e tono. La conseguenza di questo processo è la comparsa di rughe, lassità cutanea ed altri inestetismi della pelle. 

PERCHÉ RICORRERE ALLA BIORIVITALIZZAZIONE?  

Potrebbe essere una valida scelta per attenuare rughe, per donare elasticità  e tono della pelle, per ridurre cicatrici. Il trattamento di biorivitalizzazione non è definitivo; questo comporta la necessità di ripetere il trattamento periodicamente al fine di riattivare la produzione di collagene ed elastina. Gli effetti sono temporanei proprio perché le sostanze iniettate vengono assorbite dall’organismo in modo del tutto naturale e non avviene una riproduzione sempre nuova e sufficiente di queste sostanze, tale da alimentare costantemente il processo di rigenerazione cutaneo negli anni. Per questo la biorivitalizzazione rappresenta uno dei modi di prevenzione efficaci ed importanti per la pelle. 

I DIVERSI TIPI DI BIORIVITALIZZAZIONE  

I trattamenti di biorivitalizzazione prevedono diverse tipologie di prodotti, solitamente a base di acido ailuronico, ma anche a base di idrossiapatite di calcio o acido polilattico, che stimolano la produzione di collagene di tipo 1. L’acido ialuronico è un elemento naturalmente contenuto nel tessuto epidermico, il quale contribuisce al mantenimento della salute della pelle conferendole compattezza ed elasticità.  

PERCHÉ L’ACIDO IALURONICO È COSÌ IMPORTANTE?  

Una delle principali caratteristiche dell’acido ialuronico è che mantiene un’idratazione costante. La corretta idratazione rappresenta senza dubbio uno dei fattori centrali per il benessere ed il mantenimento di una pelle sana e giovane. Un’altra qualità importante dell’acido ialuronico, inoltre, è quella di agire come filtro contro batteri e virus che potrebbero aggredire la cute, proteggendola quindi in modo efficace. Ecco perché trattamenti come la biorivitalizzazione possono rivelarsi utili nella conservazione dei livelli ideali acido ialuronico. Un’altra sostanza innovativa ed importante per il trattamento di rughe nei  processi di biorivitalizzazione, è l’idrossiapatite di calcio; utile per stimolare la produzione di collagene e correggere le pieghe facciali e le rughe medio profonde, l’idrossipatite di calcio è un nuovo e rivoluzionario trattamento contro le rughe. I filler all’idrossiapatite calcica sono in genere di lunga durata – oltre un anno – e completamente riassorbibili

COME SI SVOGLE IL TRATTAMENTO?  

Diciamo intanto che il procedimento non richiede molto tempo. Il trattamento  ha di solito una durata di circa 10/20 minuti. Subito dopo si potrebbe notare un leggero arrossamento della pelle e piccoli edemi; niente paura, questi scompariranno nell’arco di poche ore. La biorivitalizzazione viene eseguita con microiniezioni a livello dermico con aghi molto sottili da 30/33 G in regime ambulatoriale. La cadenza delle sedute dipende dal prodotto utilizzato; alcuni prodotti richiedono la ripetizione della seduta ogni 20 giorni, altri ogni mese, altri ancora ogni 6 mesi. 

IL CONSIGLIO DEL DOTTORE  

Il Dottore consiglia… di iniziare con la prevenzione già dalle prime rughe e  quindi dalle pelli giovani! Il trattamento sarà più efficace e le rughe  potranno ritardare più a lungo la loro comparsa! 



Ottobre 5, 2023 AdminMedicina estetica0

Ritarda la comparsa delle rughe Dottor CurreriEsiste una formula magica per ritardare la comparsa delle rughe? La risposta è che se esistesse, tutti la vorremmo. Le rughe sono una parte inevitabile del processo di invecchiamento e non esiste una procedura magica che ne impedisce la formazione, ma ci sono molte cose che puoi fare per ritardarne la comparsa. Nonostante il passare degli anni, è possibile mantenere una pelle sana e giovane seguendo alcune semplici abitudini di cura della pelle e uno stile di vita equilibrato. In questo articolo, in particolare, elencheremo tre cose fondamentali che puoi fare per mantenere la tua pelle liscia e radiosa nel corso degli anni.

1. Proteggi la tua pelle dal sole:

• Uno dei principali fattori che contribuiscono alla comparsa prematura delle rughe è l’esposizione ai raggi ultravioletti (UV) del sole. La luce solare può danneggiare le fibre di collagene e elastina nella pelle, causando la formazione di rughe. Per proteggerti, assicurati di applicare una crema solare ad ampio spettro con un fattore di protezione solare (SPF) di almeno 30 ogni giorno, anche durante i giorni nuvolosi.

2. Mantieni una dieta equilibrata e idratati:

• La tua alimentazione svolge un ruolo cruciale nella salute della tua pelle. Consuma alimenti ricchi di antiossidanti, come frutta e verdura, che aiutano a combattere i radicali liberi che danneggiano la pelle. Assicurati anche di bere a sufficienza acqua per mantenere la pelle idratata. L‘idratazione aiuta a mantenere l’elasticità della pelle e può ridurre l’aspetto delle rughe. Inoltre, considera l’uso di creme idratanti per il viso e il corpo.

3. Adotta una routine di cura della pelle adeguata:

• Una corretta routine di cura della pelle può fare miracoli per la tua pelle nel ritardare la comparsa delle rughe. Questo dovrebbe includere la pulizia quotidiana del viso e quindi una skincare personalizzata. E’ importante scegliere con cura i prodotti per rimuovere sporco e impurità, le creme antirughe con ingredienti come l’acido ialuronico e il retinolo, e l’utilizzo di un buon idratante. Anche una delicata esfoliazione settimanale può aiutare a rimuovere le cellule morte della pelle, rivelando una pelle più fresca e giovane.

In aggiunta a questi consigli preziosi, c’è sempre la possibilità di iniziare un programma di mantenimento tra Botox, biorivitalizzazione, laser e filler da eseguire sotto consiglio e consulenza del chirurgo. La prevenzione risulta essere la chiave principale per combattere le rughe e mantenerle lontane il più a lungo possibile.




Scopri una nuova te





Corso delle Province, 247 – Catania

+39 348 77 30 976


Scopri una nuova te